Satoshi Hirose – Strange Loop
Inaugurazione sabato 29 maggio, dalle ore 16
Viale Eleonora Duse 30, Firenze

La Portineria prosegue la programmazione 2021 con il ciclo A Solo. La seconda mostra è Strange Loop di Satoshi Hirose, inaugurazione sabato 29 maggio.

Satoshi Hirose (Tokyo, 1963), artista giapponese da anni residente anche in Italia, a Milano, nel tempo ha sviluppato una ricerca artistica originale basata su differenti modalità espressive, dall’installazione alla scultura, dalla fotografia alla pittura, fino all’azione partecipata. La nota specifica e costante è il ricorso agli elementi della quotidianità e la loro ricombinazione in forma inconsueta, così da stimolare possibilità ulteriori di confronto tra noi e questi; dunque un processo che amplia la portata significativa delle “cose comuni”, fino a renderle indice di impreviste e più ampie interrelazioni: per esempio tra la componente materiale e spirituale dell’uomo, tra la stabilità ideale e l’impermanenza effettiva dei fenomeni, tra le demarcazioni del naturale e dell’artificiale, tra gli accadimenti nelle scale del micro e del macrocosmo.
L’artista ha da poco concluso The Earth is Blue Like a Lemon, al Museo Arts Maebashi (Maebashi, prefettura di Gunma, Giappone), retrospettiva personale in cui ha esposto quasi novanta opere realizzate in circa venticinque anni di ricerca artistica

Read More

Ako Atikossie – Confini identitari

5 febbrao – 5 marzo 2021
a cura di Matteo Innocenti e BHMF

Inaugurazione giovedì 5 febbraio, ore 18.00
Viale Eleonora Duse 30, Firenze

La Portineria in collaborazione con Black History Month Florence ospita Confini Identitari, mostra personale di Ako Atikossie (Togo, 1980; vive e lavora a Milano).

Attraverso la ripetizione ossessiva del tratteggio, ossia il segno meno dell’elettrone, l’artista elabora una serie di lavori per indagare la condizione umana. Si creano, quindi, degli intricati “tessuti sociali” all’interno delle opere e dello spazio de La Portineria, visto come luogo di confine. Proprio questa situazione di frontiera favorisce la creazione di nuove identità e storie.
Ako Atikossie originario del Togo, si forma come artista presso l’atelier di Dabla Ayaovi Sessofia, poi continua le sue ricerche a Milano, dove tutt’oggi risiede. La sua ricerca artistica si basa sullo studio delle possibili relazioni tra l’arte, la tecnologia e la scienza, rifacendosi in parte anche agli esperimenti dell’avanguardia come il minimalismo, l’Op Art e l’arte cinetica.

La sesta edizione di BHMF è organizzata nel quadro tematico di OSTINATO.
Il tema è simultaneamente un invito e una critica. L’invito è di ostinarsi nel lavoro socio-culturale di cui abbiamo sempre più bisogno. La critica riguarda l’ostinazione della resistenza del riconoscimento della lotta degli afro-discendenti riguardo l’accesso alla cittadinanza, ai diritti dei lavoratori e all’inclusione sociale nella definizione dell’italianità.

Read More

Studio

IT

Palazzo Poli in collaborazione con La Portineria e Suburbia Contemporary, a partire dal 2021 dà avvio a un progetto dedicato alla ricerca e alla produzione artistica: Studio.
Si aggiunge un altro spazio al nuovo polo per l’arte contemporanea a Firenze.

Studio come indicato dal nome è uno studio d’artista, un luogo di ricerca e di sperimentazione sempre attivo, all’interno di Palazzo Poli che è già sede dei project space La Portineria e Satellite.
In modo continuativo durante l’anno, tramite open call o invito, gli artisti vengono ospitati nello spazio che potranno utilizzare come proprio atelier, per periodi che variano da pochi giorni ad alcuni mesi.
Studio è un format in costante divenire, ogni esperienza di residenza viene vissuta e formalizzata dagli artisti in modo personale (ad esempio tramite open studio, talk, o mostre).
L’obiettivo, oltre al sostegno agli artisti, è la stimolazione di un confronto tra gli stessi e il pubblico, rendendo visibili alcune fasi del processo creativo.
La direzione e la curatela di Studio sono di Matteo Innocenti e Francesco Ozzola – direttori de La Portineria e di Suburbia Contemporary.

Read More

Surroundings

SURROUNDINGS
18 settembre – 18 dicembre 2020
inaugurazione venerdì 18 settembre 2020, dalle ore 18
viale Eleonora Duse 30, Firenze

Satellite apre a Firenze il 18 settembre 2020.
Da Cape Town arriva a Firenze uno spazio per l’arte contemporanea, la cui natura itinerante gli consente di raggiungere una ricca varietà di talenti e pratiche artistiche dei vari emisferi in cui abita, creando così nuovi veicoli espressivi: gli artisti coinvolti provengono da molte parti diverse del mondo e seguono differenti definizioni di pratica artistica.

Surroundings è la prima esposizione proposta da Satellite, nuovo project space a Firenze, che si aggiunge a La Portineria nel Palazzo Poli.
In mostra gli artisti: Jake Aikman · Michelangelo Consani · Bonolo Kavula · Sepideh Mehraban · Mabel Palacín · Laura Paoletti · Robert Pettena · Jaime Poblete · Jacob Van Schalkwyk · Shakil Solanki.
Testo critico di Federica Fiumelli.

Read More

Salvo imprevisti, tornerò domani

Una mostra collettiva di studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, prima della ripresa della programmazione con la mostra Surroundings* a settembre. La Portineria e Satellite Florence ripartono con un’iniziativa “extra”, dando spazio alla giovane arte contemporanea.

Il periodo emergenziale che stiamo attraversando da alcuni mesi riguarda in modo diretto anche l’ambito della cultura e dell’arte, da cui una riflessione sia sulle modalità organizzative di mostre ed eventi, sia sulla necessità e i significati degli stessi. La Portineria e Satellite Florence sono due nuovi spazi progettuali per l’arte contemporanea a Firenze (la programmazione è iniziata a febbraio 2020, poco prima del lockdown).
Tra le loro finalità principali ci sono la ricerca, la sperimentazione, la condivisione; in considerazione della situazione attuale viene avviata una nuova iniziativa: salvo imprevisti, tornerò domani, mostra collettiva di studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, a seguito di un bando di partecipazione: Jacopo Buono, Elisa Del Taglia, Veronica Greco, Jiaying Li, Leonardo Meoni, Max Mondini, Giacomo Nasta, Erika Pellicci, Gianluca Tramonti, Zoya Shokoohi, Erjola Zhuka.

Read More

David Casini – Eliminare la carne

David Casini – Eliminare la carne – La Portineria, Firenze – 2020 – courtesy l’artista


La Portineria inizia la programmazione 2020 con il ciclo A Solo. La prima mostra è Eliminare la carne di David Casini, inaugurazione giovedì 20 febbraio.
La Portineria inaugura il proprio programma per il 2020, a partire dal mese di febbraio, con il ciclo A Solo: quattro mostre personali che si concentrano su una serie di opere, accompagnate da un dialogo testuale, di approfondimento, tra gli artisti e il curatore. La prima mostra del ciclo è Eliminare la carne di David Casini.

Read More